Home » Blog »

Microsoft verso la decarbonizzazione dei suoi data center

Autore

Cristian Perinelli

Consulente marketing per Micro-imprese e Startup

Esperto in analisi dei dati, Campagne pubblicitarie Meta e Google, Posizionamento nei Motori di Ricerca e Sviluppo Siti Web

Tanti data center impilati

Indice

Il nuovo Cloud di Microsoft a basso impatto ambientale

Si prevede che la domanda di dati e servizi digitali continuerà la sua crescita esponenziale nei prossimi anni, con il traffico Internet globale che dovrebbe raddoppiare entro il 2022.

Il cloud Microsoft è il cloud affidabile per le esperienze digitali quotidiane al lavoro e a casa, dalle applicazioni critiche per i servizi di sicurezza e vita, gli istituti di istruzione e i governi al progresso della ricerca scientifica sulle sfide più urgenti del mondo, come il cambiamento climatico.

Alla base del cloud ci sono data center fisici, reti e fibre connesse alle reti energetiche mondiali.

I clienti beneficiano già della capacità del cloud di fornire un’enorme efficienza che riduce l’impronta di carbonio collettiva necessaria per supportare le esigenze di elaborazione del mondo.

Anche così, la crescente domanda di cloud porta a un aumento della domanda di data center, che richiedono energia, terra e acqua per funzionare. Di conseguenza, l’industria del cloud affronta un’importante sfida: ridimensionare la potenza di calcolo per far progredire le economie digitali, la ricerca e le opportunità economiche inclusive, contribuendo anche a preservare l’unico pianeta che abbiamo.

L’impegno di Microsoft è di essere carbon negative entro il 2030, ed entro il 2050 rimuovere dall’ambiente tutto il carbonio che l’azienda ha emesso, direttamente o tramite il consumo elettrico da quando è stata fondata nel 1975.

Per raggiungere questo obiettivo, i datacenter devono essere parte della soluzione per un ampio decarbonizzazione. Le sfide climatiche che affrontiamo non saranno risolte da una sola azienda o industria.

Oggi condividiamo di più sul nostro approccio non solo per raggiungere i nostri obiettivi, ma anche per avere un impatto più ampio fornendo a clienti e partner strumenti per misurare i progressi e attraverso le nostre operazioni del data center e la catena di fornitura su cui fanno affidamento i nostri clienti. 

Inoltre, stiamo perseguendo tecnologie innovative per ispirare il pensiero multidimensionale su come incorporiamo la sostenibilità nella progettazione e nelle operazioni future dei data center.

Oggi annunciamo i progressi su diverse iniziative chiave di sviluppo avanzato, che forniranno ulteriori apprendimenti e approfondimenti che possiamo acquisire nelle nostre operazioni esistenti e contribuiranno a plasmare il futuro del data center:

  1. Ridurre il consumo di acqua nelle operazioni dei data center del 95% entro il 2024;
  2. Ricerca continua sul raffreddamento a immersione in liquido, verso opzioni di raffreddamento senza acqua;
  3. Progettazione di datacenter per supportare gli ecosistemi locali;
  4. Riduzione dell’impronta di carbonio nella progettazione e costruzione di data center.

Comunicato ufficiale

FINE

Condividi

La prima consulenza è gratuita!
Raccontaci il tuo progetto

Cliccando sul pulsante INVIA RICHIESTA acconsento all’utilizzo dei miei dati nel sistema di archiviazione secondo quanto stabilito dal regolamento europeo per la protezione dei dati personali n. 679/2016, GDPR e dichiaro di aver letto l’ informativa sulla Privacy

WhatsApp

+39 340 82 15 366

Secured By miniOrange